Emergenza nucleare in Giappone: Tepco avvia lavori di pompaggio acqua radioattiva da centrale di Fukushima

EMERGENZA NUCLEARE IN GIAPPONE – Dopo la tragedia dell’11 marzo in Giappone è ancora allarme nucleare intorno alla centrale nucleare di Fukushima. Stamane la Tepco ha avviato le operazioni di pompaggio di 10 mila tonnellate di acqua contaminata ancora presente nel reattore numero 2, acqua che impediva i lavori di raffreddamento e ripristino dei circuiti elettrici.

I tecnici della Tepco hanno iniziato oggi le operazioni di pompaggio di 10mila tonnellate di acqua altamente radioattiva dal reattore numero due della centrale di Fukushima, acqua marina utilizzata per l’emergenza e che impediva i lavori per il ripristino dei circuiti elettrici e di raffredamento. Il pesante carico di acqua radioattiva (25mila t complessivamente) sarà trasferito in un’apposita piscina e tale lavoro procederà per i prossimi 26 giorni, salvo nuovi imprevisti che potrebbero prolungare i tempi previsti.