Manovra economica, Bagnasco dice no ai tagli alla famiglia e esorta a combattere l’evasione fiscale

Cardinale Angelo Bagnasco

MANOVRA: BAGNASCO CONDANNA EVASIONE FISCALE – La manovra economica varata dal governo sta facendo discutere. A commentare il provvedimento emanato dal governo, che sta incassando non poche critiche, non sono solo il mondo politico e le parti sociali ma anche alti rappresentanti dell’ambito religioso. E’ il caso del cardinale Angelo Bagnasco, che ha detto la sua sull’argomento in un’intervista rilasciata ai microfoni di di Radio anch’io. Dopo aver premesso che “la Chiesa e i pastori non devono porsi dentro le questioni tecniche, ma rimanere al livello di richiamo spirituale ed etico” e che la crisi economica sta coinvolgendo tutti i Paesi (“Anche quelli che sono stati i primi della classe si trovano in seria difficoltà”), il presidente della Cei ha parlato di evasione fiscale, sottolineando che in Italia il fenomeno raggiunge cifre “impressionanti”. E’ dunque necessario che la lotta all’evasione costituisca un pilastro nel quadro delle misure anticrisi.
Inoltre Bagnasco ha spiegato che un “punto centrale” della manovra deve essere rappresentato dalla famiglia. Se quest’ultima “non è al centro della politica, la società non va da nessuna parte”. “In Italia – ha aggiunto – lo abbiamo visto chiaramente, perchè anche dentro la grande crisi si è rivelata una valvola di sicurezza enorme. Sarebbe miope e dannoso non considerla come la cellula fondamentale della società. Non perdiamo questo patrimonio e questo punto fermo”.

Redazione online