Anche i giovani imprenditori attaccano il governo: “Non vogliamo essere presi in giro”

Jacopo Morelli

GIOVANI IMPRENDITORI ATTACCANO IL GOVERNO – In questi mesi il mondo industriale ha assunto una posizione di opposizione sempre più netta nei confronti del governo. Settimana dopo settimana si sono susseguiti i perentori richiami di Emma Marcegaglia, che ha denunciato l’immobilismo dell’esecutivo in una fase critica in cui il Paese ha invece un estremo bisogno di riforme.
Gli imprenditori sono esasperati e a dimostrarlo arriva anche la decisione dei Giovani di Confindustria: il presidente Morelli annuncia infatti che alla convention in programma a Capri per il 21 e il 22 ottobre prossimo sul palco non salirà nessun politico. “Li inviteremo solo ad ascoltare”, dice nel corso di un’intervista rilasciata all’Ansa. “Avevamo fatto proposte, zero risposte – aggiunge – non vogliamo essere presi in giro. Non siamo più disponibili a organizzare passerelle per qualcuno, il Paese è stanco”. “Il problema – spiega ancora Morelli – non è avere questo o quel governo, ma di avere un governo che faccia scelte, che si prenda le sue responsabilità, le porti avanti fino in fondo. E che sia credibile”.

Redazione online