Fisco, Giampaolini: il ddl di riforma fiscale è basato su mezzi di copertura incerti

Luigi Giampaolini

FISCO GIAMPAOLINI – Parole critiche quelle mosse dal presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolini, di fronte alle commissioni Finanze e Affari sociali della Camera. In merito il ddl di riforma fiscale e assistenziale si basa su mezzi di copertura “incerti, limitati e talora superati dagli eventi”. per quanto riguarda i contenuti “soffre non di rado di genericità e indeterminatezza”.

Secondo il presidente Giampaoliono “ove dovessero concretizzarsi le perplessità a proposito del sistema di copertura disegnato nel ddl, rischierebbe di risultare compromesso il percorso di riforma fiscale e con esso la spinta che la stessa riforma dovrebbe assicurare alla ripresa dell’economia”, ha spiegato.

Intanto più di un milione e duecentomila firme sono state raccolte nel giro di pochi mesi dal comitato promotore del referendum per cambiare la legge elettorale. Un risultato straordinario, che ha fatto esultare gli organizzatori dell’iniziativa e i partiti che hanno sposato la loro causa, Idv in testa. Ma la possibilità di apportare cambiamenti a quello che ormai è noto ai più come Porcellum non viene considerata solo dalle opposizioni: anche vari esponenti della maggioranza, infatti, hanno aperto a questa possibilità.

Redazione