Barack Obama

RIFORMA SANITARIA USA: OBAMA RINUNCIA A CURE A LUNGO TERMINE – Come hanno ribadito più volte esperti e ministri delle finanze di tutto il mondo, l’epicentro della crisi economica internazionale è l’Europa. Non a caso sono proprio alcuni Stati del vecchio continente, come la Grecia, il Portogallo e la Spagna, ad aver subito con maggiore intensità le conseguenze della congiuntura economica negativa.

Tuttavia anche dall’altra parte dell’Atlantico qualche problema c’è: a disposizione dell’amministrazione Usa ci sono pochi soldi e il presidente Barack Obama è costretto a ritoccare alcuni dei suoi ambiziosi progetti. In cima alla lista dei piani da sforbiciare c’è la riforma sanitaria, a cui il capo della Casa Bianca tiene in modo particolare e che però presenta dei capitoli eccessivamente onerosi. E’ il caso del Class, il programma di assicurazione per le cure di lunga durata: il piano risulta infatti insostenibile dal punto di vista economica.
Questa parziale marcia indietro viene accolta con favore, ovviamente, da parte dell’opposizione repubblicana, che non ha mai considerato auspicabile la riforma stessa.

T.D.C.