Crisi, il premier Fillon annuncia il piano di austerity per la Francia: in arrivo più tasse per le aziende

Francois Fillon

FRANCIA: FILLON ANNUNCIA PIANO AUSTERITY – All’indomani del G20 di Cannes, imperniato sulla crisi dei debiti sovrani ma conclusosi senza novità radicali, la Francia vuole dare il buon esempio ai partner europei in merito alle misure di rigore ripetutamente invocate dalle istituzioni comunitarie. E’ stato il primo ministro Francois Fillon ad annunciare il piano di austerity messo a punto dal governo, spiegando che il programma prevede l’anticipazione al 2017 della riforma previdenziale (attraverso la quale l’età per la pensione verrà portata dagli attuali 60 anni ai 62) e l’aumento sia dell’Iva su una vasta gamma di servizi e di prodotti e che delle tasse per le aziende. Fillon ha precisato che attraverso l’attuazione di questo piano lo Stato risparmierà 100 miliardi e che il programma permetterà il riequilibrio del bilancio nel giro di quattro anni.

Nel provvedimento non mancano poi i tagli ai costi della politica: gli stipendi del presidente della Repubblica e dei ministri verranno infatti congelati. La decisione punta a far digerire più facilmente le misure di austerity all’opinione pubblica, anche perché le elezioni sono alle porte. Le presidenziali sono previste in Francia per il 2012 e il presidente Nicolas Sarkozy con un occhio guarda ai conti ma con l’altro non perde di vista l’elettorato: il rischio di non superare la prova delle urne è dietro l’angolo, soprattutto se si varano misure impopolari per ridare fiato alle casse dello Stato. Dunque il congelamento degli stipendi è finalizzato soprattutto a far sì che l’opinione pubblica percepisca il mondo politico come solidale e non estraneo ai sacrifici che vengono richiesti alla collettività.

T.D.C.