Attentato alla Casa Bianca: trovati bossoli di proiettili nella finestra, arrestato 21enne della Pennsylvania

 

ATTENTATO ALLA CASA BIANCA – Mistero fitto intorno alla Casa Bianca dove lunedì scorso sono stati ritrovati dei bossoli sparati da 600 metri di distanza da uno sconosciuto. I servizi di sicurezza statunitensi hanno trovato una pallottola conficcata in una finestra della facciata meridionale della White House, al terzo piano, proprio dove vivono il presidente Barack Obama e la sua famiglia, ma fortunatamente il vetro blindato ha evitato spiacevoli inconvenienti. Un altro bossolo è stato scoperto nei pressi dell’edificio. Un giovane di 21 anni, residente in Pennsylvania, Oscar Ramiro Ortega Hernandez, è stato arrestato, anche se la dinamica dei fatti non è ancora chiara e gli agenti mantengono il più stretto riserbo. Secondo le prime voci l’episodio è ricollegabile a venerdì scorso, quando sono stati uditi dei colpi di arma da fuoco vicino alla residenza presidenziale; dopo gli immediati accertamenti è stata ritrovata un’auto abbandonata contenete una pistola e una patente di guida intestata al 21enne arrestato. Ma i due episodi non sono collegabili con certezza. Il giallo continua.

 

Luigi Ciamburro