Crisi economica: Mario Monti comincia il tour de force, domani incontro con parti sociali

 

CRISI ECONOMICA – Crescono ansia e tensione in vista del Consiglio dei ministri di lunedì dove il premier Mario Monti illustrerà le misure anti-crisi per rilanciare i conti e rilanciare la crescita. Ieri il Professore ha trascorso la giornata a Palazzo Chigi per parlare con i ministri e limare il decreto che è stato presentato in serata anche al Colle, oggi incontrerà i rappresentanti dei maggiori partiti, mentre domani sarà la volta dei sindacati. Poi da lunedì comincerà un vero tour de force che comprenderà anche l’illustrazione delle riforme ai cittadini tramite il programma di Rai1 ‘Porta a Porta’.

Il premier precisa in ogni incontro che i provvedimenti saranno presi all’insegna del rigore, dell’equità e della crescita, ma il principale scoglio da superare è quello delle parti sociali che sulla riforma previdenziale annunciano di alzare le barricate. Difficilmente ci sarà il tempo di scendere a patti con i sindacati, quindi ogni risvolto sociale, politico ed economico sembra imprevedibile. Entro Natale il primo pacchetto di misure anti-recessione dovrà essere approvato, ma i sindacati restano sull’altolà: “Vogliamo una trattativa e non una semplice consultazione. Serve una soluzione improntata all’equità” ha dichiarato il leader della Cisl Bonanni, mentre Angeletti (Uil) è pessimista: “Ci sarà un rito e probabilmente avremo informazioni carenti e lacunose”.

 

Luigi Ciamburro