Filippine: tempesta tropicale uccide 142 persone

Tempesta tropicale Filippine

FILIPPINE TEMPESTA TROPICALE – Ancora morti in qualche parte del mondo. Ancora sangue che si riversa sulle strade e intere famiglie spezzate per uno scherzo del destino, perchè si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato. Quando la natura infuria c’è poco da fare, si può cercare di fuggire ma spesso è invano perchè l’acqua ti trova quasi sempre senza darti modo di difenderti.

Sono 142 i morti contati fino ad ora nel sud delle Filippine, con intere zone letteralmente devastate dalla tempesta tropicale Washi. La maggior parte delle vittime sono decedute a causa delle inondazioni avvenute sull’isola principale di Mindanao, soprattutto nella città di Iligan. All’interno del porto sono stati infatti ritrovati 95 corpi. In queste ore continua la ricerca dei dispersi che attualmente ammonta a 125 persone.

Le Filippine sono continuamente soggette a calamità naturali. La penultima il tifone Nesat che si è abbattuto qualche mese fa sulla costa est dell’arcipelago delle Filippine, provocando morti, alluvioni e pesanti disagi alla popolazione, accompagnati dall’interruzione dell’energia elettrica e dalla paralisi dei trasporti. Oltre 100.000 persone sono state evacuate dalle loro case, nella provincia di Albay, mentre scuole e uffici sono rimasti chiusi. Chiusa anche la borsa di Manila e cancellati diversi voli.

Redazione