Roma: tassisti “in rivolta” contro le liberalizzazioni del governo


TASISSTI ROMA – E’ protesta dura anche a Roma, dopo il blocco di ieri a Napoli. I tassisti sono assolutamente contrari alle nuove liberalizzazioni che il governo Monti vuole introdurre sia per i taxi che per altri servizi. In alcune zone della Capitale hanno dato vita ad assemblee spontanee per discutere le azioni da intraprendere, sospendendo di fatto il servizio. Pochissimi sono i taxi in circolazione e sia i romani che i turisti hanno già avvertito i primi forti disagi. Il rischio è il blocco totale del servizio.

La protesta dei tassisti romani era cominciata ieri sera, con le prime assemblee davanti alla stazione ferroviaria Roma-Termini e all’aeroporto di Fiumicino. Oggi i tassisti hanno intenzione di arrivare fin sotto Palazzo Chigi per portare davanti al governo la loro protesta contro il decreto sulle liberalizzazioni proprio nel momento si riunirà il Consiglio dei Ministri, per un primo esame del provvedimento.

Nel frattempo, a Napoli, continua a piazza del Plebiscito il presidio dei tassisti napoletani.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan