Derby Milan-Inter, esclusivo Arianna Forni: “Ibrahimovic e Milito i protagonisti della stracittadina”

MILAN-INTER ARIANNA FORNI – Cara Arianna, lieti di ospitarti su Direttanews. Domenica sera il derby Milan-Inter rappresenta il big match della penultima giornata del girone d’andata: dacci un commento sulla situazione della squadra rossonera in vista di questo importante impegno…

Il derby è una partita strana, è difficile fare pronostici in quanto entrambe le squadre scenderanno in campo con la spinta determinata, oltre che dal desiderio di vittoria, anche dall’orgoglio e dal desiderio di vincere sulla diretta rivale. Il Milan in questo momento sta molto bene nonostante abbia perso anche Aquilani oltre a Gattuso; sapranno affrontare la sfida con la giusta intensità e cattiveria agonistica. Credo che Pato potrebbe partire dalla panchina mentre vedo Robinho in campo dal primo minuto. Ibrahimovic saprà fare il suo gioco anche in questa circostanza, ha già dimostrato di essere davvero indispensabile sia per i gol che per i suoi meravigliosi assist. Vedo il Milan vincente e, azzardando, credo che il primo gol sarà proprio dello svedese che ha appunto detto “Ci giochiamo il prestigio” ed è un valore ricco di implicazioni sia sportive che morali.

Chi saranno a tuo parere i protagonisti da entrambe le parti?

Dalla parte rossonera credo molto nella prestazione di Ibrahimovic, per quanto riguarda i nerazzurri Milito si è definitivamente ritrovato, a centrocampo Alvarez non è da sottovalutare.

L’Inter parte davvero sfavorita in vista della stracittadina? I forfait di Gattuso ed Aquilani saranno determinanti per la squadra di Allegri?

Il Milan saprà essere convincente indipendentemente dai problemi fisici di Aquilani e dall’assenza perdurante di Gattuso.

Le voci di mercato riguardanti Pato (destinazione Psg) e il mancato arrivo di Tevez hanno forse destabilizzato l’ambiente e gli attaccanti a disposizione del tecnico livornese?

Forse hanno dato maggiori certezze allo spogliatoio, Allegri ha rinnovato fino al 2014, Pato rimane e si è accantonato, almeno per ora, l’arrivo di Tevez. Lo spogliatoio aveva bisogno di sentire stima e fiducia da parte della società, credo che tutto questo contribuisca positivamente.

Quali saranno gli innesti che Galliani riuscirà a portare a termine in questa sessione di mercato invernale?

Aspettiamo la fine del mercato, non dimentichiamo la possibilità di inserire Amauri, in rotta con la Juventus ma vicino alla Fiorentina. Potrebbe giocare in Europa mentre Tevez sarebbe a disposizione solo in campionato.

Simone Ciloni