Morte di Oscar Luigi Scalfaro: il silenzio di Umberto Bossi e Silvio Berlusconi

 

MORTE DI OSCAR LUIGI SCALFARO – Alle 10,30 di oggi sarà allestita la camera ardente nella chiesa di Sant’Egidio per porgere l’ultimo saluto all’ex presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, morto ieri mattina all’età di 93 anni in seguito ad un arresto cardiaco sopraggiunto nel sonno. I funerali si terranno in forma strettamente privata alle ore 14 nella chiesa di Santa Maria in Trastevere a Roma. La prima figura istituzionale a recarsi nella sua abitazione in via Srafini è stato il capo dello Stato Giorgio Napolitano, insieme alla moglie Clio e al segretario generale della Presidenza della Repubblica Donato Marra. “Scalfaro era un amico, entrò in politica prima di me avendo fatto parte della Costituente – ha detto Napolitano al termine della visita -, ma siamo stati vicinissimi nel periodo in cui io ero presidente della Camera, Giovanni Spadolini presidente del Senato e lui presidente della Repubblica”.

Con il trascorrere delle ore sono giunti i messaggi di cordoglio di tantissimi leader e rappresentanti politici, mentre Silvio Berlusconi e Umberto Bossi hanno deciso di barricarsi dietro il silenzio dopo le vicessitudini politiche degli anno Novanta. A dare una spiegazione è Pier Ferdinando Casini che sottolinea: “Sicuramente Oscar Luigi Scalfaro è stato molto critico con Silvio Berlusconi perchè non lo considerava un elemento di positività per l’Italia”. In casa leghista, invece, arrivano parole concise da parte di Roberto Maroni: “Del presidente Scalfaro ho tanti ricordi da quando era presidente della Camera nel ’92 per pochi giorni e poi da presidente della Repubblica”. Mentre il segretario del Pdl Angelino Alfano ha dichiarato: “È scomparso uno dei padri fondatori della nostra Costituzione, che ha seguito un proprio percorso politico con determinazione e ha operato scelte difficili, da tutti non condivise, che hanno lasciato il segno in momenti complessi della vita della nostra Repubblica. Ma prima di tutte le valutazioni possibili e prima di ogni visione che possa avvicinarsi o meno agli obiettivi da lui perseguiti – ha concluso Alfano -, resta fermo il sentimento di cordoglio per la scomparsa di uno dei protagonisti della storia d’Italia e di vicinanza ai suoi familiari nel momento difficile del dolore”.

 

Redazione

 

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan