Lavoro, Fornero: dobbiamo sforzarci di avere una flessibilità buona

Elsa Fornero

FONERO SU LAVORO E FLESSIBILITÀ – Torna a parlare del posto fisso il Ministro del Lavoro Elsa Fornero, dopo le polemiche sollevate dalla dichiarazione del premier Mario Monti, che aveva detto ai giovani di “abituarsi a non avere un posto fisso a vita”, per poi fare parziale marcia indietro, affermando che non si riferiva alla “stabilità” e alle “tutele” del lavoro, bensì alla mobilità, rinnovando l’invito ai giovani ad abituarsi a cambiare spesso tipo e luogo di lavoro. Oggi, il Ministro Fornero, intervistata da Maria Latella a SkyTg24 ha sottolineato che da parte del governo non c’è “nessuna demonizzazione del posto fisso”, che è “un’importante aspirazione per molti”, ma “se non la possiamo realizzare appieno per tutti – ha spiegato -, l’importante è che chi accetta la flessibilità non ne paghi i costi“.

“Il mio modello – ha aggiunto Fornero – è quello di avere nel sistema economico una flessibilità buona“. E “Flessibilità buona vuol dire la possibilità di trovare subito un altro posto” per chi perde il lavoro, “aiutato anche dalla stessa impresa che magari l’ha licenziato“, ha detto. “Essere legati a tutti i costi ad un’impresa non è una situazione ottimale nemmeno per i lavoratori”, ha aggiunto il ministro.

“Noi abbiamo imparato che si può avere una flessibilità cattiva che si traduce in precarietà e allora noi dobbiamo sforzarci, ma in tutti gli ambiti dell’economia, di avere flessibilità buona“, ha ribadito Fornero. “E’ chiaro che nessuno mai potrà licenziare per motivi di discriminazione – ha tenuto a precisare il ministro. Questo è inaccettabile in qualunque Paese civile e quindi deve essere inaccettabile anche in Italia, che è un Paese civile”.

In merito alla riforma del mercato del lavoro, in discussione con le parti sociali, Elsa Fornero ha dichiarato che “si parla troppo di articolo 18. Noi abbiamo avuto l’altro giorno un incontro con le parti sociali. Io mi sono presentata con degli appunti di molte pagine. Ne abbiamo lungamente parlato e quello che può toccare l’articolo 18 è il tema della flessibilità in uscita”.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa