Festival di Sanremo: Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu rivisitano ‘Uomini soli’ dei Pooh (video YouTube)

 

FESTIVAL DI SANREMO – Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu hanno dato il via alla 62esime edizione del Festival di Sanremo reinterpretando il brano ‘Uomini soli’ dei Pooh, dove hanno cantato ironicamente di politica, rimpianto il premier Silvio Berlusconi che era fonte di ispirazione per i comici, e l’ingresso di Mario Monti… “Ci vedi in televisione con la faccia mogia mogia, facciam battute più tristi di un dossier sulla Cambogia – hanno cantato i due comici -, sperduti senza più vittime vere, vanno a puttane le nostre carriere, ci manca tanto il Cavaliere… Si strugge sul suo divano tutta sola la Dandini, ritorna in tv la Guzzanti sì, ma hanno tolto Minzolini, non si può fare satira davvero, senza più la Carfagna al ministero… adesso c’è sto legno, la Fornero”. Ed ecco iL ritornello: “Dio che fine farà la mia comicità se manca manca proprio lui che ha trombato più di noi, con Mario Monti no, non si posson fare lazzi, nè Chiabretti nè Luttazzi, per la satira son cazzi. Ma dimmi se si può fare i comici così, con il Pdl che sta inciuciato col Pd, non ci sono più cattivi, le battute su Schettino hanno già rotto il belino”. Nella loro performance non hanno risparmiato qualche battuta su Adriano Celentano, per poi dare il via all’ingresso di Gianni Morandi e al Festival di Sanremo… Di seguito il video YouTube con il brano dei Pooh rivisitato da Luca e Paolo…

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=3EjNvpT80IA