Siria: bombe sull’oleodotto di Homs. Il 26 febbraio il referendum sulla nuova Costituzione

Carro armato a Homs, Siria

CRISI SIRIANA – Ancora bombe su Homs, la città del centro della Siria ribelle al regime del presidente Bashar al Aassd. Questa mattina “verso le 6, due aerei militari hanno bombardato l’oleodotto di Homs, situato alla periferia del quartiere di Baba Amr”, ha riferito Hadi Abdallah, membro del “Consiglio della rivoluzione di Homs”, citando alcuni testimoni. Homs viene bombardata ininterrottamente dalle forze di sicurezza di Assad da undici giorni.

Gli attivisti siriani hanno denunciato oggi anche il dispiegamento dell’esercito in un quartiere centrale di Damasco, Barzeh, dove sarebbero entrati i mezzi blindati e sarebbero in corso rastrellamenti, casa per casa, e arresti degli oppositori di Assad.

Nel frattempo la tv di stato siriana ha annunciato che il referendum sulla nuova Costituzione si terrà il 26 febbraio prossimo: “Il presidente Bashar al-Assad ha firmato oggi il decreto che fissa per il 26 febbraio la data del referendum sulla bozza di Costituzione”, ha riferito la tv di stato.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa