Le rassicurazioni di Monti: pareggio di bilancio nel 2013 e nessuna nuova manovra

MONTI: PAREGGIO BILANCIO 2013 – Nonostante le previsioni negative sulla crescita dell’Italia nel 2012 (l’ultima quella pubblicata oggi dalla Commissione Ue, su un calo del Pil italiano dell’1,3% nel 2012), il Presidente del Consiglio Mario Monti è fiducioso sulle prospettive future del nostro Paese e conferma che il pareggio di bilancio verrà raggiunto nel 2013, come da impegni presi con l’Europa, assicurando che “non sarà necessaria una manovra aggiuntiva”. Monti ha anche confermato l’impegno a favore della crescita economica. Lo stesso Presidente del Consiglio è tra firmatari, insieme ad altri undici leader europei, della lettera inviata alla Ue affinché si adottino nuove misure per favorire la crescita in Europa. La lettera è partita proprio da un’iniziativa di Italia (Mario Monti) e Gran Bretagna (David Cameron); mentre Germania (Angela Merkel) e Francia (Nicolas Sarkozy) non l’hanno sottoscritta.

Secondo le ultime previsioni economiche (peraltro già anticipate da Goldman Sachs, che lo scorso dicembre aveva previsto un calo del Pil italiano nel 2012 del -1,6%) l’Italia rimarrà in recessione (iniziata nel secondo semestre 2011) almeno fino alla prossima estate. L’auspicio è quello di una stabilizzazione della nostra economia nel secondo semestre 2012.

Non è la prima volta che Monti smentisce la necessità di una nuova manovra economica. Lo aveva già fatto la scorsa settimana, dopo l’uscita dei dati sul Pil della Banca d’Italia, che aveva stimato un calo nel 2012 pari a -1,5%.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa