Crisi: debito pubblico italiano a 1.935 miliardi, precipita la fiducia delle famiglie

Mario Draghi (Getty Images)

CRISI: DEBITO E SFIDUCIA – Nonostante le pesanti manovre economiche e i tagli ala spesa pubblica, sale ancora, per colpa della crisi, il debito pubblico italiano e tocca quota 1.935,829 miliardi di euro. Una cifra quasi inimmaginabile. Con una crescita di 37,9 miliardi a gennaio 2012 rispetto ai 1.897,946 miliardi di dicembre 2011. Il dato è stato comunicato dalla Banca d’Italia.

In quadro così fosco, si fa sempre più cupo l’umore delle famiglie italiane, la cui fiducia è in costante declino. Stando a quanto riporta la Banca centrale europea, che ha rilevato il clima di fiducia delle famiglie in Europa, la fiducia di quelle italiane, che era risalita nei mesi scorsi, è tornata a scendere negli ultimi tempi.

“Il recente miglioramento del clima di fiducia dei consumatori nel complesso dell’area dell’euro cela andamenti divergenti fra i singoli paesi“, ha riferito la Bce. A fronte di “un rafforzamento significativo della fiducia dei consumatori in Germania e Spagna”, e di un contenuto recupero in Francia, in Italia “dopo un’iniziale ripresa, la fiducia si è gradualmente indebolita per riportarsi su livelli analoghi a quelli osservati durante la recessione del 2008-2009″.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan