Arte: venduto “L’urlo” di Munch ed è record all’asta

L'urlo di Munch

VENDUTO URLO DI MUNCH – E’ stato raggiunto oggi il nuovo record per quanto riguarda il prezzo d’acquisto di un’opera d’arte. A New York è stato infatti venduto “L’urlo”, celeberrimo quadro dell’artista norvegese Edward Munch e la cifra che ha raggiunto la gara d’asta è esorbitante. Il quadro è stato venuto per 119,9 milioni di dollari, una cifra corrispondente circa a 91 milioni di euro.  Il primato precedente apparteneva al dipinto cubista dello spagnolo Pablo Picasso, intitolato “Nudo, foglie verdi e busto”, ceduto per esattamente 106,5 milioni di dollari nel 2010.  

De “L’urlo” Munch aveva prodotto quattro versioni. La più nota è quella ospitata nel museo di Oslo, celebre anche per i furti a cui è stata soggetta. La copia  venduta oggi presso il Sotheby Di New York era invece ormai l’ultima tra le quattro ad essere rimasta proprietà di un privato. Il suo possessore era Petter Olsen, figlio di un amico ed estimatore di Munch, nonché uomo d’affari  miliardario.

L’acquirente del pezzo d’arte è Charles Moffet, il quale al Sotheby lavora come vice presidente della sezione Impressionismo ed arte moderna. Non si conosce ancora la destinazione dell’opera, ma in molti sperano che anche questa versione venga presto inserita all’interno di un complesso museale. Renee Belfer, amatore d’arte che collabora con il Metropolitan Museum of Modern Art newyorkese ha commentato la vicenda auspicando proprio il trasferimento del dipinto in uno stabile espositivo: “Mi auguro proprio che l’opera vada in un museo, dove un sacco di gente potrà godersela”.

 

Redazione online