Riforma del lavoro: salario di base per i co.co.pro.

SALARIO CO CO PRO – In Commissione Lavoro al Senato sono stati presentati oggi 16 emendamenti al disegno di legge sulla riforma del lavoro, tra cui uno che introduce un salario di base per i co.co.pro. (i lavoratori a progetto). Un altro emendamento prevede inoltre il rafforzamento dell’indennità di disoccupazione per i collaboratori.

Per arginare poi il vasto fenomeno delle finte partite Iva, un altro emendamento fissa a 18.000 euro il reddito minimo lordo annuo al di sopra del quale si presume che la partita Iva sia vera.

Gli emendamenti depositati oggi sono stati presentati dai due relatori Maurizio Castro del Pdl e Tiziano Treu del Pd.

Per stabilire il salario base per i co.co.pro, ha spiegato Maurizio Castro, “viene individuato un parametro economico per una remunerazione nella media tra i minimi del lavoro autonomo e dei contratti collettivi“.

Per quanto riguarda, invece, l’indennità ai lavoratori parasubordinati, ha spiegato Treu, verrà avviata una fase sperimentale di tre anni dove si rafforzerà la ‘una tantum’ già prevista dall’ex ministro del Lavoro Maurizio Sacconi. Il senatore del Pd ha spiegato che “secondo calcoli fatti se si lavora tra i 6 mesi e un anno in media si avrà un assegno di circa 6mila euro” per un anno.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan