Marte: atterrato il rover Curiosity. Dovrebbe cercare nuove forme di vita

Marte

MARTE: ATTERRATO CURIOSITY – E’ atterrato da poche ore sulla superficie di Marte il robot denominato Curiosity e lanciato dalla Nasa per poter compiere sul pianeta rosso un’operazione di ricerca di altre forme di vita. Pare che la sonda sia scesa su Marte senza particolari problemi e che il suo atterraggio, avvenuto questa mattina alle 7 e 30 ora italiana, sia stato registrato da Mars Odissey, altra sonda che ha incamerato tutti gli spostamenti di Criosity sul pianeta e ha inviato le informazioni alla Nasa.

Curiosity era stato lanciato dalla Terra lo scorso novembre ed ha compiuto un viaggio attraverso lo spazio di 570 milioni di kilometri, prima di raggiungere la meta prefissata. Dopo un così lungo periodo di viaggio il robot può ora iniziale la propria missione spaziale e, chissà, forse ci porterà nuove interessanti notizie sui tanto mitizzati “marziani”.

La sonda Curiosity, denominata dalla Nasa anche Mars Science Laboratory, è un marchingegno molto sofisticato, e molto grande, il più sofisticato e grande mai inviato in una spedizione su Marte. Grazie al robot sarà possibile studiare e classificare le rocce presenti all’interno del Gale Crater, un grande cratere che caratterizza la superficie del pianeta.

Doug McCuistion, a capo del programma della Nasa per le operazioni da condurre su Marte, ha fatto sapere, pochi giorni prima che Curiosity atterrasse: “Stiamo per far discendere una piccola macchina compatta, dotata di numerosissimi strumenti. E’ una cosa fantastica quella che sta per succedere. E’ fantastica ed è sensazionale”.

I rover inviati precedentemente su Marte erano stati Sojourner, Spirit e Opportunty e come Curiosity avevano dovuto essere supportati da un sistema di atterraggio quasi totalmente automatico, perché la distanza che intercorre tra il pianeta e la Terra è troppo ampia ed implica 14 minuti circa di ritardo nella ricezione delle informazioni inviate.

 

Redazione online