Movimento 5 Stelle, Giovanni Favia: “Il primo a mandarmi in tv fu Beppe Grillo”

Beppe Grillo (Getty Images)

 

 

MOVIMENTO 5 STELLE – Dopo il duro monito di Beppe Grillo ai danni di Giovanni Favia, accusato di avere la mania di protagonismo e di amare troppo la visibilità televisiva, il consigliere regionale emiliano, protagonista dell’ormai noto fuori onda sul La7 in cui denunciava la mancanza di democrazia interna al Movimento 5 Stelle, ha controbattuto: “Il primo a mandarmi in tv fu proprio Grillo”. Favia ha sottolineato di aver rifiutato tanti inviti televisivi e “quando ho accettato delle partecipazioni (in continua comunicazione con lui), l’ho sempre fatto previa consultazione diretta dei nostri simpatizzanti via social media, senza mai ‘privatizzare’ la funzione che mi è stata data col voto”.

Intanto il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha chiesto a Beppe Grillo, dal palco dell’Idv a Vasto, “un confronto politico” su contenuti e programmi. De Magistris, applauditissimo dalla platea dei dipietristi, ha affermato che i sindaci “sono disponibili da subito a dare il proprio contributo in termini di idee e di programmi” per cambiare “davvero le cose in questo Paese… Basta, ad esempio, con le privatizzazioni selvagge, dobbiamo far funzionare il pubblico”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan