Attentato kamikaze ad una chiesa cattolica di Kaduna, Nigeria (STRINGER/AFP/Getty Images)

ATTENTATO DAVANTI A UNA CHIESA- Ancora sangue i Nigeria. Questa mattina un’ autobomba guidata da un kamikaze è esplosa vicino a una chiesa cattolica a Kaduna, nella parte settentrionale del Paese. L’attentato non è stato rivendicato, ma come in molti altri è possibile che dietro ci sia la mano del gruppo terroristica islamico di Boko Haram, intenzionato a islamizzare l’intera Nigeria. Un ennesimo attentato che ha scatenato la rappresaglia dei cristiani contro i musulmani. Il bilancio complessivo, anche se ancora provvisorio delle vittime, è di 8 morti, tre davanti alla chiesa, e 145 feriti.

Dopo l’attentato di questa mattina, decine di cristiani esasperati hanno iniziato a girare per le strade di Kaduna armati di bastone e machete, aggredendo chiunque credessero fosse un musulmano.

La folla inferocita ha poi ucciso un uomo, presunto musulmano, bruciandolo vivo. L’uomo stava viaggiando su un motorino quando la folla di cristiani lo ha fermato, lo ha ricoperto di carburante, quindi gli ha dato fuoco. I soccorritori hanno detto di non aver potuto fare nulla per salvarlo a causa dell’incontenibile violenza degli aggressori.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan