Siria: in un anno sono morte oltre 39 mila persone

Un attentato con autobomba a Damasco, Siria (Getty Images)

MORTI SIRIA – I morti in Siria sono numerosi ogni giorno e a distanza di appena 20 mesi la guerra civile in Siria ha visto morire 39.112 persone. A riportare la notizia è stato l’Osservatorio siriano dei diritti dell’uomo, ong degli insorti con base in Gran Bretagna. In particolare dallo scorso 15 marzo 2011 sono morti almeno 27.410 civili, 9.800 soldati e 1.359 disertori. Altri 543 morti non sono stati identificati. Il bilancio non contiene i morti da parte delle milizie pro-regime e le persone scomparse.

Intanto mentre la guerra civile imperversa e neanche il cessate il fuoco firmato da entrambe le forze in campo è stato rispettato, i gruppi che si oppongono alla tirannia di Bashar al Assad hanno deciso di federarsi. Non si tratta certo del primo tentativo di unire le forze in campo contro la dittatura, ma la novità, in questo caso, è che la nuova federazione ha eletto una vera e propria dirigenza e che l’unione è stata sancita da un partecipato meeting svoltosi nella città di Doha.

In merito il presidente siriano Bashar Al Assad, qualche giorno fa ha parlato ai giornalisti rilasciando dichiarazioni sul suo ruolo e su come intende portare avanti un conflitto giunto ormai ad essere totalizzante. Inoltre Assad ha detto di non essere intenzionato a lasciare la Siria e di voler continuare nella sua battaglia senza ricorrere alla fuga o all’esilio: “Non sono un burattino, sono un siriano e devo vivere e morire in Siria”. Ha inoltre scongiurato un intervento delle forze internazionali, sostenendo che, per il ruolo ricoperto dalla Siria, un eventuale conflitto bellico di portata globale in quei luoghi, scatenerebbe un “effetto domino sul mondo, dall’Oceano Atlantico all’Oceano Pacifico”.

Redazione online

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan