Mario Monti in Kuwait ammonisce la politica italiana: “Non posso garantire per il futuro”

Mario Monti (getty images)

 

 

MARIO MONTI IN KUWAIT – Il presidente del Consiglio Mario Monti si è recato in Kuwait per degli incontri di carattere economico-finanziario e cercare nuovi investitori, ma le sue dichiarazioni hanno avviato una polemica destinata ad ingigantirsi. “Non posso garantire per il futuro”, ha risposto il premier a chi gli ha chiesto se abbia fornito in Kuwait garanzie sull’affidabilità dell’Italia dopo il suo mandato. “Chi governerà deve avere come obiettivo quello di continuare a garantire crescita, giustizia, lotta a corruzione e evasione”, ha poi aggiunto.

“Le valutazioni sono ai minimi e servono capitali per la crescita – ha sottolineato Monti -. Abbiamo illustrato a potenziali investitori che è il momento in cui i titoli a reddito fisso e le valutazione delle imprese in Italia sono bassi: è il momento di comprare “a buon mercato” perchè si rivaluteranno e perché se l’Italia si rimette in carreggiata ha potenziale di crescita maggiore rispetto agli altri Paesi”, ricordando che “ad un anno dal mio insediamento la situazione dell’euro è notevolmente migliorata, in particolare da questa estate”.

 

Il premier Mario Monti ha ribadito che l’Italia ha adottato tutti gli strumenti necessari per rendere il paese più attraente agli investitori del Golfo, sottolineando come il governo italiano abbia incrementato la competitività combattendo la corruzione e promuovendo la trasparenza. “Appena il mio governo si è insediato abbiamo avviato una politica di risanamento dei conti basata su rigore ed equità, che ci permetterà di raggiungere nel 2013 il pareggio di bilancio”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan