Università del Queensland: Il caffè non brucia i grassi

Chicchi di Caffè
Diventata oramai un’abitudine insostituibile quella della tazza di caffè da consumare a casa o al bar, quando poi si è scoperto il suo potenziale effetto dimagrante, molti hanno pensato di unire il piacere all’utilità esagerando in molti casi con il consumo di una delle bevande più apprezzate al mondo. Sempre al centro di dibattiti sui suoi effetti sull’organismo, il caffè è stato ora analizzato dagli studiosi dell’Università del Queensland che hanno messo in luce particolarità molto interessanti. Le nuove scoperte riportate sul Journal of Nutrition, hanno evidenziato che la sola caffeina aiuta a ridurre il peso corporeo e non il caffè nel suo insieme. L’esperimento è stato condotto sui ratti nutriti con lipidi e carboidrati per fargli immagazzinare calorie in eccesso, poi sono stati trattati con concentrato di caffè e caffeina e solo nel secondo caso riuscivano a perdere peso. La dottoressa Lindsay Brown che ha promosso la ricerca ha commentato con stupore : “La nostra ipotesi era che ogni effetto osservato con il caffè fosse dovuto alla caffeina, ma altri componenti nel caffè, sembrano contrastare le proprietà di riduzione di peso della caffeina”.
La Brown in passato si era occupata del tè verde e del suo potere dimagrante, secondo la ricercatrice con tre tazze al giorno ed un regime alimentare dietetico si può tenere a bada il grasso corporeo e lo stato di salute.

Marco Galluzzi