Mondiali 2022, l’ombra della corruzione nella designazione del Qatar

Michel Platini (Getty Images)

Nascono dubbi sulla corretta assegnazione del Mondiale 2022, che si terrà in Qatar. Secondo quanto riporta la rivista francese “France Football”, il Qatar avrebbe agito in modo illecito per ottenere l’assegnazione dell’evento, comprando voti all’interno di federazioni amiche come, ad esempio, quella francese e quella araba. Secondo la stessa rivista, Michel Platini (presidente Uefa) avrebbe cenato con l’ex presidente francese Nicolas Sarkozy e il primo ministro del Qatar per discutere della questione.

Immediata la smentita dallo stesso Platini, intervenuto proprio ai microfoni della stessa “France Football”, alla quale ha spiegato: “Il presidente Sarkozy non ha influenzato le mie scelte, sapeva che avrei votato per il mondiale 2022 per avvicinare al calcio le nazioni che ancora non avevano ospitato grandi manifestazioni. Se si pensa che l’abbia fatto per motivi economici – ha aggiunto – si pensa male, non è assolutamente vero. Sono pronto a querelare chiunque dica il contrario“.

Redazione Online