Sei Nazioni, Favaro: “Siamo pronti alla guerra”

Simone Favaro (Getty Images)

Cresce l’attesa per l’esordio nel Sei Nazioni previsto per domenica allo Stadio Olimpico contro la Francia. Gli azzurri provano a caricarsi, consci del fatto che bisognerà impegnarsi fino alla fine per cercare di fare risultato contro una squadra che, sulla carta, è superiore all’Italia.

Lo sa bene Simone Favaro, flanker del Benetton Treviso, che intervistato dalla Gazzetta dello Sport ha provato a mettere in guardia i suoi compagni di squadra: “Loro arriveranno incavolati neri, daranno il 100%, quindi noi dovremo dare il 110. Vorranno distruggerci – ha aggiunto – ma noi siamo pronti alla guerra. Perché vogliamo rivivere quella gioia. Io non c’ero, ero stato operato ai crociati, e un pizzico d’invidia per chi era in campo quel giorno c’è. Ci tengo molto a giocare e faccio di tutto per esserci, anche perché ritengo questo tipo di partite tappe fondamentali per la crescita, se vogliamo ambire all’altissimo livello”.

Favaro ha poi concluso con una previsione sull’andamento della partita: “Vedremo in campo due squadre che giocano con una filosofia simile. Loro hanno un gioco che non ingabbia la fantasia, sono liberi. Ed è questo un gioco che noi sappiamo interpretare al meglio”.

Redazione Online