Siria: liberati l’italiano e i russi rapiti

Damasco (Getty Images)

Mario Belluomo, l’ingegnare italiano rapito in Siria lo scorso dicembre insieme a due colleghi russi è stato liberato, così come i due russi, Viktor Gorelov e Abdel Sattar Khassun.

La notizia viene data dalle agenzie di stampa, che citano il ministero degli esteri russo. Ma la Farnesina raccomanda prudenza.

Sia l’italiano che i due russi sono dipendenti dell’acciaieria Hmisho, che opera nella provincia di Latakia, al momento del rapimento lavoravano per una fabbrica della città portuale di Tartus. Il sequestro è avvenuto mentre viaggiavano sulla strada che da Tartus porta a Homs.

Il ministero degli esteri russo ha fatto sapere di aver ottenuto la liberazione dei tre ostaggi con lo scambio con “tre guerriglieri”. I due ingegneri russi si trovano già nell’ambasciata russa di Damasco, mentre Belluomo sarà consegnato ai rappresentati delle autorità italiane in Siria attraverso il ministero degli Esteri siriano.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan