Moody’s toglie la tripla A alla Gran Bretagna

David Cameron (getty Images)

Anche la Gran Bretagna perde la tripla A. L’agenzia americana di rating Moody’s ha infatti declassato il debito sovrano britannico che da AAA passa ad AA1, l’outlook comunque è stabile.

Le ragioni del downgrade stanno nella “prolungata debolezza delle prospettive di crescita nel medio termine” per il Regno Unito, “con una ripresa fiacca”, ha spiegato Moody’s. La crescita debole inoltre rischia di compromettere l’attuazione del “programma di consolidamento di bilancio”, varato dal governo di David Cameron. L’altro motivo del taglio del rating sta nell'”elevato e crescente livello del debito pubblico” britannico, con “il deterioramento della capacità di assorbire gli shock” da parte del sistema amministrativo e finanziario.

La struttura del debito britannico rimane comunque solida e i rischi di contagio dalla crisi dei debiti sovrani in Europa sono ridotti, grazie anche alla politica monetaria indipendente (la Gran Bretagna infatti non è nell’euro). Per questi motivi Moody’s ha assegnato al Regno Unito un outlook (cioè le prospettive economiche e finanziarie per il futuro) stabile.

Al momento, in Europa solo quattro Paesi mantengono la tripla A: Germania, Olanda, Finlandia e Lussemburgo. Lo scorso novembre Moody’s aveva tolto la tripla A alla Francia, che è passata ad AA1 con outlook negativo. Mentre l’Italia aveva subito, dalla stessa agenzia, un ulteriore declassamento a luglio, passando a BAA2.

Redazione

Con direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan