Hugo Chavez: secondo i media, le metastasi hanno invaso i polmoni

Hugo Chavez (getty images)

Si rincorrono le notizie sulla sorte del presidente venezuelano Hugo Chavez, che secondo quanto afferma il quotidiano spagnolo ABC, citando fonti mediche, si sarebbe trasferito nella sua residenza sull’isola di La Orchila per poter vivere le ultime fasi della propria malattia in compagnia dei propri familiari più intimi.

Il quotidiano afferma anche che Chavez potrebbe essere stato dimesso dall’Ospedale Militare di Caracas, dove era ricoverato, dopo i medici avrebbero trovato un altro tumore al polmone sinistro, che coinvolgerebbe circa il 35% della superficie.

La notizia arriva subito dopo le dichiarazioni fatte a una televisione colombiana dall’ex ambasciatore panamense alle Guillermo Cochez, che ha affermato che Chavez sarebbe già morto e che era in uno stato vegetativo persistente dalla fine dello scorso anno. Il diplomatico ha anche aggiunto che i cubani lo avrebbero mollato sul suolo venezuelano piuttosto che farlo morire a L’Avana. Ha poi aggiunto Cochez: “La notizia della sua morte non è stato emessa a causa delle lotte interne per il potere in Venezuela e della pressione da parte del governo cubano”.

Provando a smentire tutte queste voci, Nicolas Maduro, ministro dell’informazione e probabile successore di Chavez, ha detto in televisione che il presidente “sta combattendo per la sua salute, per la sua vita, e noi siamo affianco a lui per sostenerlo”. Un sondaggio, intanto, afferma che tre venezuelani su cinque sono ancora convinti che Chavez tornerà al potere. Ha spiegato l’autore del sondaggio Luis Vicente: “La prolungata assenza del presidente e la sua situazione critica non sono stati convertiti in pessimismo di massa rispetto al suo ritorno”.

Resta difficile stabilire la veridicità di tutte queste notizie che continuano a rincorrersi senza sosta, sta di fatto che l’assenza di Chavez dal ruolo che ha ricoperto per moltissimi anni ha lasciato il Venezuela senza una leadership e sta determinando proprio il susseguirsi di voci incontrollate che provocano instabilità.

 

Redazione online