Moto GP, Rossi scalpita per l’inizio del Mondiale

Rossi in pista nei test premondiale (Getty Images)

Valentino Rossi non vede l’ora di entrare nel vivo del Mondiale in sella alla sua Yamaha, per cercare di dimenticare il prima possibile la difficile avventura in Ducati. Il “dottore”, in un’intervista riportata da “La Repubblica”, ha dichiarato di sentirsi rinato grazie al suo ritorno nella scuderia con la quale ha vinto tanto; l’unico rimpianto è costituito dall’età: “Sfortunatamente sono un po’ vecchio, questo è vero. Ma mi sento molto bene, la condizione fisica e mentale è molto importante ma per stare al top contano soprattutto le motivazioni e io le ho ancora”.

Per quanto riguarda gli obiettivi stagionali, Valentino Rossi ha detto di voler procedere con cautela: “Spero di divertirmi e di poter tornare al top. Voglio lottare per il podio e vincere qualche gara, poi per il titolo si vedrà. Salire sul podio all’esordio significherebbe molto, è il mio obiettivo da quando ho firmato con la Yamaha”.

Il pilota pesarese ha poi concluso ricordando Pietro Mennea: “E’ stato uno di quegli sportivi italiani che ha fatto qualcosa in più. Il suo record, 19.72, è rimasto lì per 17 anni, tutti sanno che quello è il suo record, anche io che non sono appassionato lo sapevo. E’ un peccato che sia andato via così a 60 anni, è troppo presto. C’è qualcuno che ha fatto di più la differenza, quelli come Mennea, Tomba, Del Piero, Totti e poi ci sono anche io e Giacomo Agostini sono tra quelli che hanno fatto qualcosa”.

 

Redazione Online