Marò: la Corte di Nuova Delhi incarica il magistrato del tribunale speciale

I marò Italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone (Foto: STRDEL/AFP/GettyImages)

E’ stato designato dall’Alta Corte di Nuova Delhi il magistrato responsabile del tribunale speciale che dovrà prendere in esame il caso dei marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone e la questione della giurisdizione applicabile: italiana o indiana.

Si tratta del giudice Amit Bansal, magistrato capo della Corte metropolitana di Nuova Delhi (Cmm) che ha sede nella Patiala House Court della capitale indiana. I tribunali della Corte metropolitana di Nuova Delhi operano sotto la supervisione della ‘Session Court’ a cui è possibile fare appello dopo la sentenza pronunciata dai primi.

La costituzione del tribunale ad hoc sul caso marò era stata disposta venerdì scorso con ordinanza dell’Alta Corte di Nuova Delhi, dopo l’autorizzazione del ministro della Giustizia indiano, Ashwani Kumar. La Corte Suprema indiana aveva deciso per la formazione del tribunale speciale lo scorso 18 gennaio ma mancava il necessario provvedimento del governo.

Stando a quanto riporta l’agenzia Ansa, in base al codice procedura penale indiano il tribunale speciale non ha nei suoi poteri la possibilità di condannare a morte un imputato. Quindi è esclusa l’applicazione della pena capitale nel caso di eventuale per i due militari italiani, accusati dell’uccisione di due pescatori indiani.

Redazione