Debiti P.A., anche il M5S sosterrà il decreto legge per il pagamento

Roberta Lombardi, capogruppo M5S alla Camera (Getty Images)

Depositata alla Camera la risoluzione unica che impegna il governo a emanare il decreto legge per il pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione in favore delle imprese e a “graduare il flusso dei pagamenti accordando priorità a quello che le imprese non hanno ancora ceduto al sistema creditizio”.

La bozza del decreto legge, presentata qualche giorno fa dal ministro dell’Economia, Vittorio Grilli, consta di otto articoli e fissa in ogni dettaglio il piano biennale da 40 miliardi di euro per il pagamento dei debiti di enti locali, Regioni e Pubblica amministrazione centrale nei confronti delle imprese.

La dichiarazione di intenti di oggi, firmata da tutti i gruppi parlamentari, compreso il Movimento 5 Stelle, fa seguito alle polemiche dei giorni scorsi con l’Unione Europea, secondo la quale il decreto legge proposto da Grilli rischierebbe di far sforare nel rapporto tra deficit e Pil, facendo venire meno il rispetto dei parametri di finanza pubblica.

Il 26 marzo scorso, Roberta Lombardi, capogruppo alla Camera del Movimento 5 Stelle, preoccupata per il rischio che non venisse data priorità nel pagamento alle imprese, poi alle banche, in un video postato sul blog di Beppe Grillo, aveva definito il provvedimento del ministro dell’Economia “un decreto fatto in fretta e furia nelle segrete stanze come è solita fare la politica per una porcata di fine legislatura”.

Domani, per le 10, verrà convocato il CdM, presieduto da Mario Monti, per discutere il decreto in questione.

 

Redazione online