Mosca. Segretario di Stato Usa incontra organizzazioni in difesa dei diritti umani

Fayyad (Getty images)

Dopo aver incontrato ieri il presidente Putin e il ministro degli esteri Serghiei Lavrov, il segretario di Stato Usa John Kerry, nel suo ultimo giorno di visita ufficiale a Mosca, si è intrattenuto con alcuni rappresentanti delle organizzazioni che difendono i diritti umani.
Alla tavolo rotonda, che si è svolta nella residenza dell’ambasciatore Usa a Mosca, hanno preso parte Aleksandr Cerkassov, (ong Memorial), Ivan Blokov, (Greenpeace per la Russia), Lev Ponomariov, capo dell’organizzazione per i diritti umani, Liudmila Alexeieva, responsabile del gruppo di Helsinki e Tatiana Lokshina, responsabile della ong Hrw.

Un ritorno, quello di Putin alla presidenza, segnato da una campagna definita “liberticide”, contro le libertà, per cui numerosi rappresentanti esprimono perplessità e inquietudini.

In primo piano, la recente approvazione di una legge che limita le Ong, che ricevono fondi stranieri, a registrarsi in una lista specifica sotto la dicitura di “agenti stranieri”, la legge Magnitski (che vieta le adozioni dei bambini russi ai cittadini americani) ma anche l’inchiesta sugli scontri di piazza Balotnaia, che portò all’arresto di una trentina di attivisti per gli scontri avvenuti durante la manifestazione di protesta alla vigilia dell’insediamento di Putin.
Argomenti, tuttavia non affrontati durante l’incontro di questa mattina, come ha sottolineato l’ottantenne Liudmila Alexeieva: “Abbiamo parlato delle persecuzioni delle ong, Kerry è rimasto impressionato da quello che gli abbiamo raccontato”, commenta Alexeieva.
Mentre Tatiana Lokshina ha raccontato che Kerry “ha espresso preoccupazione”, sul tema dell’estensione del concetto di alto tradimento.

Come riporta l’Ansa, Kerry ha mostrato vicinanza alle organizzazioni: “Tutto il mondo ha un grande rispetto per voi”, ha dichiarato Kerry.

Domani, il segretario di Stato americano sarà a Roma per incontrare  il premier Enrico Letta e il ministro degli Esteri Emma Bonino. Tra i temi in discussione:  la crisi siriana e le strategie di pace in Medio Oriente.

Redazione