Enrico Letta in Emilia: “Caduta del Pil è anche figlia del terremoto”

Enrico Letta (Foto: ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Il presidente del Consiglio Enrico Letta ha fatto visita oggi alle popolazioni emiliane colpite dal terremoto di un anno fa circa, sostenendo: “Vogliamo lavorare moltissimo per dare risposte”. Secondo il premier, “la caduta del Pil nel 2012 è anche figlia del terremoto, che ha colpito il motore dell’economia italiana, e noi abbiamo bisogno che il motore riparta e che vada al massimo”.

Ha aggiunto Letta: “Lavoreremo sugli incentivi per far ripartire rapidamente il motore. Punteremo sul meccanismo del credito d’imposta e terremo alta la guardia sul lavoro nero”. Poi l’impegno per l’approvazione di una legge quadro nazionale per “affrontare le emergenze con regole strutturali, separando l’emergenza dalla ricostruzione”.

In Emilia anche il presidente della Protezione Civile, Franco Gabrielli, che non risparmia critiche alla passata gestione delle emergenze: “Oggi siamo a più di un anno da quel tremendo terremoto e credo che in quella circostanza il nostro sistema di protezione civile abbia risposto in modo corale, anche se stavamo vivendo un momento di trapasso. Credo che il nostro Paese abbia sempre più bisogno di un sistema di protezione civile”.

E’ intervenuto anche il presidente della Regione e commissario alla Ricostruzione Vasco Errani: “Il Paese non riparte se non riparte l’economia di questo territorio. Questo è l’unico terremoto che ha le risorse certe per i danni alle imprese e ai cittadini. È un diritto vedersi riconoscere integralmente il danno. Famiglie e imprese hanno però bisogno di risposte immediate sul rinvio dei pagamenti. Assicuriamo che nessuno avrà ciò di cui non ha diritto”. Poi sulla burocrazia: “È un problema grave di questo paese e pesa sulla ricostruzione. Non bisogna perdere tempo, neanche un giorno. Qui la mafia c’è, non sta per arrivare. E se si perde tempo può inquinare il processo di ricostruzione”.

Infine Palma Costi, modenese d’origine e presidente dell’assemblea legislativa regionale: “Affidiamo a Letta l’importante ruolo di farsi carico delle nostre preoccupazioni e delle nostre proposte, fiduciosi che saprà farsi promotore dei provvedimenti legislativi necessari alla ricostruzione”.

Redazione online