Scontri di Terni, il viceministro Bubbico: “Sono in corso degli accertamenti, ma la polizia mette a rischio la propria vita”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:59
Filippo Bubbico (screenshot SkyTg24)

Il senatore del Partito Democratico e viceministro degli Interni, Filippo Bubbico, intervistato dall’Huffington Post, ha sostenuto: “Verranno accertati gli eventi, è già in corso un’attività di ricostruzione dell’episodio. E non c’è dubbio che si tratti di un episodio piuttosto grave che richiede il massimo dell’attenzione. Ma evitiamo strumentalizzazioni. La ricostruzione dei fatti è necessaria proprio in virtù della tradizione di grande responsabilità che la polizia ha saputo manifestare in situazioni complicate di piazza. E’ quella buona reputazione che chiede oggi una verifica più attenta e puntuale”.

Secondo Bubbico, “la polizia deve essere aiutata a gestire questo momento di difficoltà. I poliziotti sono persone che mettono a rischio la propria vita per lo Stato e spesso questo non viene riconosciuto abbastanza, non sempre vengono trattati bene, la loro è anche un’attività rischiosa e usurante e anche loro vivono in maniera diretta gli effetti della crisi”.

Ha sostenuto ancora il senatore democratico: “Non c’è dubbio che chi abbia voglia di acutizzare le questione, ne avrebbe la possibilità, ma sarebbe una strumentalizzazione, non significherebbe lavorare per l’interesse generale. Qui dobbiamo rilanciare il ciclo produttivo. Le speculazioni non sono eliminabili per legge, va costruito il clima politico giusto. Siamo in una fase di emergenza che richiede a tutti di far prevalere l’interesse generale”.

In conclusione, ha affermato Bubbico, “se ci sono stati comportamenti non conformi sarà necessario intervenire. E occorre la disponibilità di tutti: dei lavoratori e delle forze di polizia che devono esercitare la loro funzione in maniera intelligente. Bisogna fare valere i principi democratici a tutela di tutti i lavoratori in campo. Gli eccessi vanno evitati da entrambi i lati”.

Redazione online