Roberto Cota: “Umberto Bossi segretario? Nessun congresso in vista”

Roberto Cota (screenshot SkyTg24)

Il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota, esponente di spicco della Lega Nord, ha affrontato oggi nella trasmissione ‘Agorà’ su Raitre il nodo legato alle dichiarazioni di Bossi di ieri: “Se Bossi torna a fare il segretario della Lega? Non lo so, ma non è previsto il congresso. Quando ci sarà vedremo chi saranno i candidati”. Poi ha aggiunto: “L’anno scorso abbiamo fatto il congresso e Maroni è stato eletto. Poi ha vinto in Lombardia compiendo una grande impresa”.

“C’è grande rispetto nei confronti della figura di Bossi” – ha sottolineato Cota – “e ho sempre visto Maroni manifestare questo rispetto. Bossi ha meriti grandissimi: ha posto il problema della questione Settentrionale che oggi possiamo affrontare e risolvere attraverso il progetto della macroregione del Nord”. Poi l’esponente leghista ha concluso sull’argomento: “Mi sono fatto l’idea che stiamo portando avanti un progetto giusto, che siamo uniti, che siamo compatti”.

Cota è anche intervenuto sulla linea ad alta velocità tra Torino e Lione: “Oggi costerebbe di più non fare la Tav che farla. Abbiamo iniziato il tunnel esplorativo e pagheremmo penali che ci metterebbero in ginocchio”. Ha spiegato il governatore del Piemonte: “A parte la grande prospettiva legata alla realizzazione delle infrastrutture che portano lavoro e al fatto che il nostro sistema viene posto al centro del commercio internazionale e quindi saremmo completamente tagliati fuori se non facessimo la Tav, anche dal punto di vista dei costi non possiamo prendere impegni e poi non rispettarli. Questa e’ una mistificazione che e’ frutto di una contrapposizione ideologica”.

Redazione online