Brunetta al ministro Saccomanni: “Chiarisca sue dichiarazioni sull’aumento dell’Iva”

Renato Brunetta (Getty Images)

Il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta, è intervenuto oggi su Imu e Iva sostenendo: “Il balletto dell’incertezza non è accettabile. Le dichiarazioni programmatiche del presidente del Consiglio, Enrico Letta, su cui il Parlamento ha votato la fiducia parlano chiaro, sia in tema di Imu , sia in tema di Iva”.

Brunetta si è rivolto poi al ministro dell’Economia Fabrizio Saccomanni: “Su quest’ultimo punto appaiono, tra l’altro, poco ‘tecniche’, e sarebbe bene che venissero chiarite, le dichiarazioni del ministro dell’Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, che il 10 maggio 2013 affermava in una trasmissione televisiva: ‘Il nostro obiettivo è cancellare l’aumento Iva previsto per luglio’, e poi aggiungeva, ‘ma non mi chieda come intendiamo realizzarlo’. Il provvedimento sull’Iva va assolutamente adottato e l’Imu sulla prima casa va eliminata”.

Ha sostenuto ancora l’ex ministro della Funzione Pubblica: “Il tira e molla, il dire e smentire, di questi mesi produce danni irreparabili, perché condiziona in modo negativo le aspettative. Se il governo, il Partito Democratico, oppure Scelta Civica, con il suo portavoce politico, Benedetto Della Vedova, e con il suo presidente dei senatori, Gianluca Susta, vogliono giocare sull’incertezza, in nome di un malinteso senso di responsabilità, facciano pure. Noi non ci stiamo. Noi siamo dalla parte degli italiani”.

Brunetta ha poi chiesto l’intervento diretto del premier Enrico Letta: “Ai deputati del Pd, Andrea Martella, vicepresidente del gruppo alla Camera, Matteo Colaninno, responsabile economico del partito, e Marco Causi, capogruppo in Commissione Finanze alla Camera, segnaliamo che su Imu e Iva abbiamo già risposto ai colleghi di Scelta Civica: basta difensori dell’incertezza sulla pelle degli italiani. Troppe dichiarazioni, troppi stop and go fanno male. Sarebbe bene che di fronte a questa montante ambiguità si esprimesse il presidente del Consiglio, Enrico Letta. Continuare così finisce per produrre danni all’economia e alla credibilità del governo”.

Redazione online