Tragedia nel piacentino, uomo annega per salvare il figlio

Ambulanze (Getty Images)

Una morte tragica quella che ha colto un padre di famiglia nel primissimo pomeriggio di oggi, sulle rive del fiume Trebbia, un affluente del Po, nei pressi della barriera di Mirafiori, a Rivalta, nel piacentino. L’uomo, un 44enne di origine marocchina che non sapeva nuotare, si è buttato in acqua per salvare il figlio di sette anni, forse non pensando che il fondale fosse così profondo.

Un ragazzo di origini rumene si è subito lanciato in soccorso ai due, riuscendo però a trarre in salvo soltanto il bambino, mentre il padre è scomparso proprio in prossimità della barriera della diga. Immediati i soccorsi, che hanno contributo al ritrovamento del marocchino, per il quale però ogni tentativo di rianimazione è stato vano.

Sul posto sono giunti, oltre ai vigili del fuoco e ai volontari del 118, anche i carabinieri della stazione di Agazzano e gli agenti della polizia municipale di Gazzola, località in prossimità del luogo dell’incidente. Secondo quanto si apprende dai portali dei quotidiani locali, il ragazzo rumeno, dopo aver salvato il bambino, all’arrivo dei soccorritori, avrebbe fatto perdere le sue tracce.

Redazione online