Ricorso di Brunetta contro la Rai: “Violati i principi di trasparenza”

Renato Brunetta (Getty Images)

Il capogruppo del Pdl alla Camera, Renato Brunetta, avrebbe presentato un ricorso alla Corte dei Conti per chiedere delucidazioni alla Rai rispetto a quel che riguarda la violazione dei principi di trasparenza, tracciabilità dei costi e dei limiti massimi degli stipendi.

Scrive Brunetta nell’esposto: “La Rai ha il dovere giuridico non solo di uniformarsi a quanto previsto dalla normativa in materia di trasparenza e di rispettare gli impegni presi con l’articolo 27 del contratto di servizio in vigore, ma anche, e soprattutto, di trasformare quel principio in azioni concrete e puntuali senza nascondersi dietro formalismi giuridici o ingiustificati timori alla concorrenza”.

Già il 12 giugno scorso, in un’interrogazione al presidente della commissione vigilanza della Rai, Roberto Fico, l’ex ministro Brunetta aveva chiesto delucidazioni sulla mancata pubblicazione degli stipendi di dipendenti e manager e aveva concluso: “Le norme ci sono, vincolanti, ma inattuate. Non ci sono scuse che valgano e i dirigenti della Rai non possono accampare nessun alibi per evitare questi doveri di trasparenza previsti dal contratto di servizio”.

Redazione online