Datagate: Snowden riceve premio Whistleblower delle ong tedesche per i diritti umani

Flashmob contro il Datagate (SERGEI SUPINSKY/AFP/Getty Images)

Le organizzazione tedesche per i diritti umani hanno conferito il premio Whistleblower ad Edward Snowdem, il giovane informatico che ha diffuso i documenti segreti del programma di spionaggio americano.

Come riporta Tmnews, il premio, istituito nel 1999, è patrocinato dalla Associazione degli Scienziati tedeschi (VDW) e dalla filiale tedesca della International Association of Lawyers Against Nuclear Arms.

Il conferimento del premio fortemente sostenuto dalla filiale tedesca dell’ong Transparency International, è un premio in denaro di 3 mila euro, che secondo un portavoce della Vdw sarà consegnato a Snowden tramite i suoi rappresentanti, o un avvocato o una organizzazione non governativa.

Il premio fu anche consegnato nel 2011 alla fonte anonima del video pubblicato da Wikileaks il 5 aprile 2010 “Collateral murder” che denunciava i crimini in Iraq: il video ripreso da un elicottero Apache mostrava l’intervento indiscriminato di soldati statunitensi, a Nuova Baghdad, che uccisero dei civili tra cui due giornalisti Reuters.

Nel mese di luglio di quest’anno, l’orgnizzazione Un justice ha promosso una petizione in cui veniva richiesto all’ONU di proteggere i “whistleblowers”, ovvero coloro che denunciano attività illecite compiute al suo interno.
Tanto che vVenerdì 12 luglio, l’Alto Commissario ONU per i Diritti Umani, Navi Pillay, come viene riportato nel comunicato della petizione, dichiarò che “… i sistemi giuridici nazionali hanno l’obbligo di assicurare che vi siano canali adeguati affinché gli individui che rivelano violazioni dei diritti umani possano fare le loro denunce senza paura di subire rappresaglie.” Un’affermazione che, sottolinea il testo, fu fatta a proposito del whistleblower americano Edward Snowden.

Leggi la petizione: histleblowing.it/unjustice

Redazione