Tunisia: il leader dell’opposizione, Mohamed Brahmi, è stato ucciso in un agguato

Mohamed Brahmi, Tunisia (screenshot youtube)

E’ stato assassinato oggi, in un agguato, Mohamed Brahmi, l’esponente politico dell’opposizione tunisina, ex stato segretario generale del Movimento del Popolo e deputato dell’Assemblea costituente tunisina.
Non appena è stata diffusa la notizia, centinaia di persone si sono riversate per strada davanti alla sede del ministero dell’Interno, a Tunisi.
Per disperdere i manifestanti, la polizia locale è intervenuta con il lancio delle granate lacrimogene.
Stando quanto riferisce l’Ansa, il leader sarebbe stato ucciso con le stesse modalità che furono impiegate per uccidere nel mese di febbraio Chokry Belaid, anche lui un esponente dell’opposizione e leader del fronte popolare.
Secondo le ricostruzioni, Brahmi è stato assassinato davanti alla sua abitazione dell’Ariana, nella zona nord della Grande Tunisi. Il deputato sarebbe stato raggiunto da più persone poco prima di salire sulla sua autovettura e ucciso con una quindicina di pallottole.
Se la dinamica dell’agguato sarà confermata, si potranno accertare le similitudini dell’aggressione con quella rivolta a Belaid, aggredito da un commando formato da killer e fiancheggiatori.

Redazione