Siria, Obama e Hollande: “Dare un messaggio forte al regime di Al Assad”

Barack Obama e Francois Hollande (Photo by John Gress/Getty Images)

L’annuncio di un colloquio telefonico per discutere delle soluzioni in Siria con il presidente americano Barack Obama era stato dato ieri dal presidente della Repubblica francese François Hollande.
Al termine del colloquio tra i due leader, l’Eliseo avrebbe inviato un comunicato in cui Obama e Hollande avrebbero convenuto di chiedere alla comunità internazionale di inviare “un messaggio forte” al regime di Bashar al Assad, ritenuto responsabile del massacro con armi chimiche del 21 agosto.

“I due capi di stato hanno convenuto che la comunità internazionale non può tollerare l’uso di armi chimiche, che deve esserne ritenuto responsabile il regime siriano e di inviare un messaggio forte per denunciarne l’uso. Hanno parlato dell’uso di armi chimiche, il 21 agosto, da parte del regime di Bashar al Assad”, sottolinea la nota, che come evidenzia l’Ansa, evidentemente non lascerebbe dubbi sul coinvolgimento e le responsabilità del regime nell’impiego delle armi chimiche.

Infatti, come scrive il quotidiano francese Le Point.fr, Obama e Hollande condividerebbero la stessa opinione sulle responsabilità del Regime siriano: “François Hollande che ha ribadito la determinazione della Francia a reagire e a non lasciare i crimini impuniti avrebbe percepito la stessa determinazione da parte di Obama”, prosegue la nota.

Redazione