Google guarda all’Italia per futuri investimenti, ma lancia aut aut su banda larga

Il logo di Google (Getty Images)

Si chiama “Made in Italy” ed è il nuovo progetto promosso da Google. La grande azienda attiva nel campo della comunicazione telematica ha intenzione di investire nel nostro paese e di aumentare la familiarità con la rete informatica dei cittadini, delle aziende e delle istituzioni italiane. A comunicarlo è stato oggi, nel corso dell’evento Big Tent, organizzato da Google in collaborazione con Unioncamere, il presidente del colosso, Eric Schmidt.

Nel suo discorso, Schmidt ha parlato con franchezza dell’arretratezza dell’Italia nel campo dell’informatizzazione e dell’utilizzo di nuove tecnologie per la gestione aziendale. “È difficile nelle imprese Italiane portare il cambiamento. Bisogna che si mettano a tavolino a pensare cosa succederà fra cinque anni e per buona parte delle imprese i soldi fra cinque anni arriveranno dal web e dall’esportazione. Oggi però la fonte principale è ancora il territorio locale”, ha affermato il presidente della ditta di Mountain View. I punti del piano d’intervento sul mercato italiano pensati da Google sono tre e Schmidt li ha espressi molto chiaramente nel corso dell’intervento: “Far conoscere le eccellenze nascoste, diffondere tra gli imprenditori le competenze digitali e valorizzare i giovani come promotori della transizione al digitale dell’economia italiana”.

L’Italia – che da Google è considerata “un bel marchio” di per sé, grazie alla varietà e alla qualità dei suoi prodotti – non potrà però aspettare con le mani in mano che Schmidt e soci portino profitto alle aziende. Da parte del presidente dell’azienza intestataria del motore di ricerca più famoso al mondo è giunta infatti un’esplicita richiesta al governo di Enrico Letta. “Le piccole aziende non sono nelle grandi città, hanno bisogno di banda larga veloce, wireless e LTE, perché nulla può succedere senza queste cose. La pubblica amministrazione deve farsi carico dell’alfabetizzazione digitale perché questa cosa si ripagherà da sola per i prossimi decenni”, ha detto Schmidt, lanciando un aut aut all’Italia.

Redazione online