L’annuncio della Bce: attesa una graduale ripresa dell’economia

Mario Draghi (Getty Images)

“Ci si attende un lento recupero del Pil, soprattutto sulla scorta di un progressivo miglioramento della domanda interna sostenuta dell’orientamento accomodante della politica monetaria”, così si esprime la Bce nel suo bollettino mensile, sostenendo appunto l’attesa di “una graduale ripresa dell’economia dell’Eurozona”.

Prosegue la Bce: “Dopo sei trimestri con il segno negativo, nel secondo trimestre del 2013 il Pil in termini reali nell’area dell’euro è cresciuto dello 0,3% sul periodo precedente. L’andamento dei dati sulla produzione industriale segnala un’espansione in certa misura più debole al principio del terzo trimestre, mentre gli indicatori del clima di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a settembre mostrano un ulteriore miglioramento a partire da bassi livelli, confermando nel complesso le precedenti aspettative del Consiglio direttivo circa una graduale ripresa dell’economia”.

Intanto, in un intervento alla Harvard Kennedy School di Cambridge, il numero uno dell’Eurotower, Mario Draghi ha affermato: “L’unione bancaria può giocare un importante ruolo nel rompere il circolo vizioso che c’è in Europa fra le banche e i debiti sovrani”. Inoltre, secondo l’ex direttore di Bankitalia, “l’euro è irreversibile: chi credeva che sarebbe fallito durante la crisi si sbagliava. Irreversibile perché nata dall’impegno dei Paesi europei verso una più stretta integrazione”.

Redazione online