Femminicidio: il decreto convertito in legge

Esposizione contro il femminicidio (getty images)

Il discusso decreto sul femminicidio è stato definitivamente convertito in legge. L’approvazione finale è arrivata dall’Aula del Senato, con 143 sì e 3 no. Lega Nord, Movimento 5 Stelle e Sel non hanno partecipato al voto.

Il decreto era stato approvato dalla Camera il 9 ottobre scorso, anche in questo caso con l’astensione di Lega, M5S e Sel per protesta contro gli altri provvedimenti inseriti nel decreto, che non contiene solo le misure di contrasto alla violenza nei confronti delle donne.

Redazione