Massafra: fermate due ragazze, 21 e 17 anni, con una pistola nascosta nella borsa

Particolare di un'auto dei caraninieri (Getty Images)

Erano in viaggio sull’autobus che da Bologna era diretto a Massafra, in provincia di Taranto, due ragazze, una di 21 anni e la cognata di 17 anni, con una pistola e delle munizioni nascoste nella loro borsa.

Le due giovani sono state rintracciate dai carabinieri all’arrivo dell’autobus a Massafra, in quanto avevano ricevuto una informazione confidenziale che le due giovani sarebbero giunte in città con un carico di droga.

Alla vista dei carabinieri, le giovani hanno tentato di allontanarsi frettolosamente ma sono state fermate dagli agenti che hanno chiesto le loro generalità. Quando è stato chiesto alle ragazze di mostrare il contenuto dei bagagli, la maggiorenne ha ammesso di detenere un’arma, che aveva trasportato fino a Massafra, insieme alla cognata minorenne.

Le due giovani non hanno fornito nessuna giustificazione sulla provenienza e sulla destinazione dell’arma che era nascosta tra gli indumenti in una busta in cellophane: una pistola con la matricola cancellata, di calibro 7,65, con una scatola con 50 proiettili dello stesso calibro.

Su disposizione delle Procura ordinaria e di quella per i minorenni di Taranto, le due ragazze sono state arrestate e poste ai domicialiari con l’accusa di detenzione e porto illegale di arma clandestina, ricettazione della stessa e detenzione abusiva di munizionamento.

Redazione