Istat: sale la fiducia delle imprese a novembre

Operaie al lavoro in una fabbrica (Getty Images)

Dopo il calo dello scorso ottobre, a novembre torna a salire la fiducia delle imprese italiane. Lo comunica l’Istat, segnalando che l’indice, destaglionalizzato, che misura il clima di fiducia delle imprese passa dal 79,9 di ottobre al 83,2 a novembre.

“L’andamento dell’indice complessivo rispecchia il miglioramento della fiducia delle imprese manifatturiere, dei servizi di mercato e del commercio al dettaglio“, scrive l’Istat. “Risulta invece in diminuzione la fiducia delle imprese di costruzione”.

Per quanto riguarda le imprese manifatturiere, l’indice del clima di fiducia passa da 97,4 di ottobre a 98,1 di novembre, fa sapere l’Istat. “I giudizi sugli ordini e le attese di produzione migliorano”: i rispettivi saldi passano da -27 a -25 e da 4 a 5. “Il saldo relativo ai giudizi sulle scorte di magazzino passa da -2 a -1.

L’analisi del clima di fiducia per raggruppamenti principali di industrie (Rpi) indica un miglioramento dell’indicatore nei beni di consumo (da 97,2 a 97,5), nei beni intermedi (da 99,0 a 99,2) e nei beni strumentali (da 95,4 a 97,9).

Per le imprese di costruzione, invece, la fiducia scende a novembre a 80,0 da 80,9 di ottobre. I giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione migliorano (da -46 a -45) mentre le attese sull’occupazione peggiorano: da -19 a -21.

Per le imprese dei servizi l’indice di fiducia sale a novembre a 80,5 da 74,9 di ottobre. Migliorano i giudizi e le attese sugli ordini (da -30 a -24 e da -17 a -10 i rispettivi saldi) ed anche le attese sull’andamento dell’economia in generale (da -36 a -35).

Nel commercio al dettaglio, l’indice del clima di fiducia sale da 89,4 di ottobre a 90,7 di novembre. L’indice aumenta nella grande distribuzione (da 88,0 a 91,2), mentre rimane stabile in quella tradizionale, a 91,0.

Redazione