MSG assurdi: Doppi sensi