Elezioni regionali Sardegna: il M5S non si presenterà

Il logo del M5S (Getty Images)

 

Nel giorno in cui il Pd sardo presenta il proprio candidato alla presidenza del Consiglio regionale, Francesco Pigliaru, il Movimento 5 stelle si tira indietro: “Noi non ci saremo, non parteciperemo al voto“. Una mancanza notevole nel panorama politico dell’isola, visto che il movimento di Grillo alle elezioni politiche aveva ricevuto più voti di qualunque altro partito, con il 29,68% alla Camera.

Il leader Beppe Grillo, al termine di giorni spesi a tentare di conciliare le spaccature interne al movimento sardo, ha preso atto di questa impossibilità e non ha concesso l’uso del simbolo.

A dare l’annuncio è stata la deputata sarda Emanuela Corda, che al termine di un lungo post sulla pagina di Facebook “Amici di Beppe Grillo in Sardegna” scrive: “Non presenteremo alcuna lista, perché non siamo ancora pronti per farlo. Quando avremo un metodo definito e regole certe condivise, arriverà il nostro momento, adesso ci sono ancora troppo livore e protagonismo nell’esporre i nostri disagi. Temo che alcuni abbiano scambiato il Movimento per uno sfogatoio dove poter fare il proprio comodo, senza curarsi del fatto che in certi contesti occorra rispettare delle elementari regole di buona educazione”.

Altro sintomo della tensione interna,  è la risposta piccata di Paola Pinna, collega della Corda alla Camera: “La Sardegna non era pronta? E chi mai è stato pronto? Sarebbe bastato poco per esaudire le richieste d’aiuto di vari attivisti e parlamentari. O non interessa la Sardegna, come non è mai interessa a nessuno se non per trascorrerci le vacanze, o è il periodo che è poco indicato (europee in vista)”.

 

Redazione